La natura non è un posto da visitare è casa nostra !

Anche se non ho camminato in lungo e in largo tutto il Cilento credo che il sentiero che porta al Sacro Monte di Novi Velia sia tra i più belli che abbiamo nel Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni. Un itinerario ricco di natura e tanta spiritualità che non può non essere percorso almeno una volta nella vita.
Anche di recente nello scorso mese di luglio ho ripercorso in parte l'itinerario giungendo fino alle Tre Croci per poi deviare verso il Vallone della Resta.
Dalla frazione di San Menale nel comune di Rofrano si snoda il sentiero del pellegrinaggio al Monte Gelbison 1705 m.
Imboccare il sentiero che porta sino in cima è relativamente facile, arrivati a Rofrano (Sa) bisogna spostarsi nella frazione di San Menale e da qui proseguire fino in fondo presso la località Sorbatello dove possiamo incontrare una delle prime fontane del sentiero.
Per identificare ancor meglio la località Sorbatello da pochi giorni possiamo trovare sul luogo un manufatto il legno che da il benvenuto a tutti coloro che imboccano questo sentiero e fornisce alcune informazioni di carattere storico e religioso. Il manufatto è stato realizzato dai signori Enzo Ronsini e Giovanni Scandizzo, iniziativa che ritengo meritevole di ogni compiacimento in quanto aggiunge del valore al sentiero e al senso civico della comunità di rofranese.
Dalla fontana si prosegue verso i monti, si incontra il primo incrocio subito a pochi metri e si prosegue sul lato destro. Dopo circa 200 metri sulla sinistra si imbocca una stradina di cemento più o meno ripida e si prosegue lungo in sentiero fino ad arrivare al Monte Sacro di Novi Velia.
Se non si è esperti del sentiero ma si conoscono tecniche di movimento e orientamento si può utilizzare la carta topografica che ho messo a disposizione di tutti i visitatori di questo blog oppure ci sono applicazioni quali View Ranger che possono fornire moltissime indicazioni. Ulteriormente nell'area download ci sono ancora altre carte dei sentieri.

Pasqualino De Marco

Il manufatto dei signori Ronsini e Scandizzo



Per essere sicuri che siete sull'itiinerario giusto incontrerete le croci dopo circa 4 km di marcia.
Le Tre Croci


Giunti alle Tre Croci si prosegue in direzione nord-ovest cioè sul sentiero di destra che vi porterà al Passo della Beta. Prima di arrivare al Passo della Beta sarà necessario attraversare un ruscello in località Fiume Freddo ( non è presente sulle carte topografiche) che nei diversi periodi dell'anno può avere portate d'acqua più o meno facili da superare.
Ovviamente è inutile ricordare che camminare per le montagne è necessario essere attrezzati di tutto non basta solo la fede ma anche una buona dose di preparazione,
questo sentiero è impegnativo . Si tratta di un Escursione per Esperti EE. Per un pellegrinaggio con guida ci si può rivolgere al Get Trek Cultnatura di Rofrano.



Seguono alcune fotografie che ho realizzato lo scorso luglio sia lungo il sentiero che sul Monte Sacro.
















Lo scorso anno non ero proprio diretto al Monte Sacro ma ero per i boschi sia per una bella camminata nella natura sia per cercare i buonissimi funghi nostrani e identificare altre specie.
















Blog Cilentani

Mass media locali

Mangiare & dormire

Informazioni turistiche

Gruppi Fb paesi limitrofi



FUNGIMETRO

Il fungimetro è un indicatore di crescita dei carpofori. Si tratta di una previsione che viene sviluppata mettendo in relazione l'umidità, le precipitazioni e la temperatura su un periodo di circa 15 giorni dall'ultimo aggiornamento.
% 100
donation thermometer
donation thermometer
% 25
donation thermometer
25%
Aggiornamento
03/11/2019
La percentuale è da intendere solo come probabilità di crescita delle specie simbionti.

NUMERI UTILI / EMERGENZE

Comune di Rofrano
0974 952031
Guardia Medica - Continuità Assistenziale
Via Zamilla - 0974 952533
Carabinieri Stazione di Laurito
0974 954002
Soccorso Alpino - CAI Montano Antilia
331 4597777
Farmacia Piazza Cammarano, n. 23
0974 952054