Recita cuntra li mali uocchi - preghiera per togliere il malocchio

La "recita cuntra li mali uocchi" affonda le sue radici in pratiche molto antiche che servono per l'appunto ad allontanare "li mali uocchi" e cioè la negatività, l'invidia "ammiria". Chi viene colpito dal malocchio può soffrire di sintomi di debolezza diffusa, sonnolenza, mal di testa ed altri disturbi simili. L'esorcismo contro il malocchio avviene nella casa dell'esorcista il quale impugnando un oggetto di metallo (chiavi di antichi portoni, paletta per camino, etc.) inizia l'esorcismo facendosi il segno della croce.
L'esorcizzato è seduto e non incrocia nè mani e nè i piedi.

L'esorcista muovendo ripetutamente l'oggetto di metallo intorno al corpo ed il capo e sfregandolo ogni tanto sul corpo dell'esorcizzato e per tutta la durata dell'esorcismo, ripete come descritto di seguito la preghiera contro il malocchio.

Se durante la recita contro il malocchio l'esorcista sbadiglia vuol dire che l'esorcizzato è stato colpito dal malocchio, tanto più forti sono gli sbadigli tanto più forte è il malocchio. In alcuni casi di malocchio grave l'esorcista potrebbe lacrimare, singhiozzare, sputare e perfino vomitare.

Al termine dell'esorcismo, l'esorcista si fa di nuovo il segno della croce e getta a terra l'oggetto di metallo.

Durante la pratica non deve avvicinarsi alcuna persona nei pressi dell'esorcismo in quanto il malocchio potrebbe passare a coloro che si avvicinano.

Nell'antichità la formula/preghiera contro il malocchio veniva tramandata la notte di Natale.

Oggi giorno sono ancora in pochi a praticare la preghiera contro il malocchio e sono quasi tutti molto anziani.

 

Preghiera contro il malocchio

 

1) Ripetere 3 volte 

Uocchi mali uocchi crepa l’ammiria

E schiatta l’uocchi

 

2) Ripetere 3 volte

Chit’à pigliata a r’uocchi?

U mali cristianu , chi tadda sanà?

Lu santissimu sacramento.

Nomine padre figlio e spirutu santu

 

3) Ripetere 3 volte

Inda na chiana n'gi su tri frati carnali

Unu simmina, natu ara e natu faci l’uocchi a stu cristianu

 

4) Ripetere 3 volte 

A Bettlemme c’è natu nu figliu bella e la mamma

E bellu è lu figliu

Leva l’uocchiu ra n’coppa stu gigliu

 

5) Ripetere 3 volte

La montagna si vrusciava

La maronna giarrivava

Lu mandu si livau e lu fuocu s’ammurtau

 

6) Ripetere 3 volte

Quanna Gesucristu camminava tutti l’artari salutava

Cumi saluta l’artari ri Cristu a ccussì livau l’uocchi ra cuoddu a chistu 

 

7) Ripetere 3 volte

Auza auza cori, Gesucristu si ristora

Si ristora ad alta voce

Gesucristu fu messo in croce

 

8) Ripetere 3 volte

Auza cigliare quanna auza lu suli

La montagna senza cappieddu

E lu filici e senza fiuri 

U pisci e senza pulmuni

Auza cigliare quanna auza lu suli

 

Il testo è stato scritto tentando di tradurre le parole il più vero similmente a quello che è il dialetto rofranese per eventuali correzzioni scrivere a telerofrano @ live.com

malocchio, formula, scongiuro, antiche pratiche magiche

  • Ultimo aggiornamento il .

La natura non è un posto da visitare è casa nostra !

Conto alla rovescia per i primi 10 anni di Tele Rofrano

Giorni
:
Ore
:
Minutu
:
Secondi
Nello Stato Italiano non sussiste alcun obbligo di registrazione per i blog amatoriali in quanto questi sono un espressione delle libertà riconosciute dalla Carta Costituzionale art.4 c.2 e art. 21 c.1., Cass. sent. n. 31022/2015, Tar Lazio, sent. n. 9841/17 . Per alcuni strumenti di questo blog non sono applicativi filtri preventivi leggi informativa Le opere elaborate dagli autori di Tele Rofrano sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia. Per ogni richiesta di elaborazione di contenuti di terze parti è necessario contattare i rispettivi autori. Eventuali richieste di rettifica o eliminazione di contenuti anche per errore e/o distrazione inseriti nel blog è possibile scrivere ai contatti di posta elettronica sotto indicati. L'utente che utilizza le informazioni contenute nel blog è invitato a verificarne l'esattezza o al confronto con altre fonti. Per eventuali segnalazioni e comunicazioni importanti scrivere all'indirizzo di posta elettronica certifica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , posta elettronica ordinaria Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo...