nubifragio

Violento nubifragio a Rofrano - aggiornamento 2

Alle ore 15.30 circa di oggi 20 agosto 2018 su Rofrano si è rovesciato un improvviso e violento nubifragio che ha causato molti danni alle rete stradale cittadina, alle condotte per la raccolta e drenaggio delle acque piovane, alle private abitazioni, ad alcune attività commerciali e senza dubbio sono ingenti i danni causati all'agricoltura. Le gradinate della piazzetta dove è collocata la fontana e che conducono in borgo San Vito si sono trasformate in una cascata di fango. Invece riferiscono testimoni oculari che per la stradina che conduce in località Porta Vallone veniva giù una montagna di acqua e detriti, stessa identica situazione in via C.Ronsini per intenderci la stradina che porta giù da Tressanti alla Renazza. Via Zamilla una torrente in piena.

La natura non è un posto da visitare è casa nostra !

Nello Stato Italiano non sussiste alcun obbligo di registrazione per i blog amatoriali in quanto questi sono un espressione delle libertà riconosciute dalla Carta Costituzionale art.4 c.2 e art. 21 c.1., Cass. sent. n. 31022/2015, Tar Lazio, sent. n. 9841/17 . Per alcuni strumenti di questo blog non sono applicativi filtri preventivi leggi informativa Le opere elaborate dagli autori di Tele Rofrano sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia. Per ogni richiesta di elaborazione di contenuti di terze parti è necessario contattare i rispettivi autori. Eventuali richieste di rettifica o eliminazione di contenuti anche per errore e/o distrazione inseriti nel blog è possibile scrivere ai contatti di posta elettronica sotto indicati. L'utente che utilizza le informazioni contenute nel blog è invitato a verificarne l'esattezza o al confronto con altre fonti. Per eventuali segnalazioni e comunicazioni importanti scrivere all'indirizzo di posta elettronica certifica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , posta elettronica ordinaria Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo...