Vogliamo la banda larga

Salve a tutti gli amici di Rofrano.com 

l'iniziativa pro-adsl nel Cilento, Vallo di Diano e Golfo di Policastro è stata accolta come notizia su La Città , vi riporto di seguito il testo dell'articolo che è anche disponibile sul sito internet.
------------------------->
Pasquale Cavallo di Stio.net
Il quotidiano La Città ha dedicato, nell'edizione odierna, un trafiletto all'iniziativa della raccolta firme per l'Adsl nel Cilento, Vallo di Diano e Golfo di Policastro. Nell'articolo sono riportate le dichiarazioni di Pasquale De Marco che con Rofrano.com sta dando grande forza all'iniziativa.
------------------------->
La notizia:
 
«Vogliamo la banda larga»
Raccolta di firme nel Cilento per l'installazione dell'Adsl Mobilitati sindaci, web master e navigatori di Internet

(La Ciità) - VALLO DELLA LUCANIA - Protestano i cittadini del Cilento, Vallo di Diano e Golfo di Policastro. La materia del contendere è la linea internet veloce (Adsl). Fino a oggi l'azienda Telecom Italia spa ha coperto solo alcuni paesi dei novantasette che compongono l'intera area.

Secondo i dati diffusi dall'azienda di telefonia risultano raggiunti dal servizio: Agropoli e Polla. Il dissenso ha portato a una raccolta firme da inviare a Telecom Italia affinché possa risolvere nel più breve tempo questo annoso problema. Tra i primi firmatari figurano i siti internet: [ www.stio.net  , ndr] e [ www.rofrano.com  , ndr], che sono anche i promotori dell'iniziativa.

Alla protesta hanno aderito buona parte dei primi cittadini dei comuni del territorio. In prima fila il sindaco di Stio Cilento, Pasquale Caroccia,
che, d'accordo con il Consiglio Comunale, ha firmato una delibera con la quale viene dato patrocinio e appoggio alla raccolta firme pro-Adsl.
«Mi rivolgo a tutti i webmaster, operatori di rete e web appassionati - afferma Pasquale De Marco di ''Rofrano.com'' - affinché ci sia una maggiore sensibilizzazione sul problema di copertura a banda larga nell'intero territorio. Solo in questo modo possiamo far si che tutti i cittadini cilentani sottoscrivano la nostra petizione. Non è possibile che una popolazione così vasta non possa avere a disposizione questo servizio».

I promotori dell'iniziativa hanno attivato anche uno spazio dove poter approfondire e dibattere l'argomento. Lo spazio di discussione è presente su tutti i portali cilentani.
Inoltre è stata creata una e-mail a cui possono rivolgersi tutti coloro che hanno bisogno di maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..
«Come al solito - conclude il webmaster di Rofrano.com - i nostri paesi sono sempre gli ultimi a essere raggiunti dalle nuove tecnologie. Noi però con
questa raccolta firme vogliamo far presente a tutte le istituzioni, in particolare a Telecom Italia, che non siamo cittadini di serie B. E' un nostro diritto avere la banda larga e ci batteremo fino a quando non ci sará riconosciuto, usando tutti i mezzi che la legge ci mette a disposizione».

(di Nicola Salati)
  • Ultimo aggiornamento il .

La natura non è un posto da visitare è casa nostra !

Conto alla rovescia per i primi 10 anni di Tele Rofrano

Giorni
:
Ore
:
Minutu
:
Secondi
Nello Stato Italiano non sussiste alcun obbligo di registrazione per i blog amatoriali in quanto questi sono un espressione delle libertà riconosciute dalla Carta Costituzionale art.4 c.2 e art. 21 c.1., Cass. sent. n. 31022/2015, Tar Lazio, sent. n. 9841/17 . Per alcuni strumenti di questo blog non sono applicativi filtri preventivi leggi informativa Le opere elaborate dagli autori di Tele Rofrano sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia. Per ogni richiesta di elaborazione di contenuti di terze parti è necessario contattare i rispettivi autori. Eventuali richieste di rettifica o eliminazione di contenuti anche per errore e/o distrazione inseriti nel blog è possibile scrivere ai contatti di posta elettronica sotto indicati. L'utente che utilizza le informazioni contenute nel blog è invitato a verificarne l'esattezza o al confronto con altre fonti. Per eventuali segnalazioni e comunicazioni importanti scrivere all'indirizzo di posta elettronica certifica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , posta elettronica ordinaria Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo...