[AGGIORNAMENTO] Tele Rofrano accusata di Clickbait

Prima di commentare le accuse si rende necessario spiegare ai molti che cos'é il clickbait. Quest'ultimo termine inglese indica un contenuto web la cui principale funzione è di attirare il maggior numero possibile d'internauti, per generare rendite pubblicitarie online.
Il commento.
L'accusa va da se che fa ridere e non regge ed a coloro che di occupano di web e blogging fa ridere a crepapelle. Tele Rofrano come ho scritto nel Rapporto 2018, pubblicato sul blog il 5/01/2019, ha generato lo scorso anno (365 gg) il seguente traffico: 10.414 utenti per un totale di 20.138 sessioni e 33.731 pagine visitate. Numeri che nella galassia internet sono meno di un granello di polvere e per fare un confronto, il sito web del quotidiano La Repubblica ha generato nel 2018 la cifra di 20 milioni di visitatori che con una piccola operazione matematica i visitatori di Tele Rofrano per l'anno 2018 si traducono nello 0,01% rispetto al citato quotidiano. Con questi numeri accusare Tele Rofrano di clickbait vuol significare solo una cosa: malelingue ! Nient'altro che cattiveria gratuita nei miei confronti. Come è noto ai molti che seguono il blog da circa un decennio, Tele Rofrano ha sempre rendicontato le spese, le donazioni e ogni centesimo che è stato prodotto dalle inserzioni pubblicitarie. Chi avrà visto il rendiconto o andrà a vederlo potrà verificare lo stato delle cose: attualmente siamo a (meno) - 60€ circa e non ho aggiunto altre spese fatte recentemente per la migrazione da telerofrano.com a telerofrano.altervista.org. Con un blog legato a un solo paese per altro molto piccolo non si campa una famiglia ne ci si compra nulla tutt'al più i click sulla pagina contribuiscono in minima parte alle spese vive per il blog. Ulteriormente a chi si dissocia dalla linea editoriale di questa pagina come il signor T. va ricordato che questo non è un giornale ma un blog è resta tale. Poi dato che il signor T. si dissocia accanitamente da questa pagina ritengo dunque giusto anch'io dissociarmi dall'utilizzo che lui ha fatto e sta facendo dei personal computer e altre apparecchiature acquistate con le donazioni fatte dagli utenti di quello che fu Tele Rofrano sino a qualche tempo fa. Resto a disposizione per chiunque volesse ulteriori chiarimenti. La buona fede non basta va dimostrata e chi non lo fa racconta menzogne. Sfogate i vostri insuccessi in maniera errata è soprattutto verso di chi coltiva un hobby che da circa vent'anni (20) ha coinvolto positivamente ed anche "aiutato" tantissimi altri Rofranesi nel mondo.


AGGIORNAMENTO DELLE ORE 18:25 , A seguito della nuova richiesta di riavere la stazione webcam installata presso la posizione 2, il signore interessato ha provveduto a restituire quanto richiesto : modem, telecamera wifi e minitureria.

Leggi qui il rendiconto

Pasqualino De Marco
  • Ultimo aggiornamento il .

La natura non è un posto da visitare è casa nostra !

Nello Stato Italiano non sussiste alcun obbligo di registrazione per i blog amatoriali in quanto questi sono un espressione delle libertà riconosciute dalla Carta Costituzionale art.4 c.2 e art. 21 c.1., Cass. sent. n. 31022/2015, Tar Lazio, sent. n. 9841/17 . Per alcuni strumenti di questo blog non sono applicativi filtri preventivi leggi informativa Le opere elaborate dagli autori di Tele Rofrano sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia. Per ogni richiesta di elaborazione di contenuti di terze parti è necessario contattare i rispettivi autori. Eventuali richieste di rettifica o eliminazione di contenuti anche per errore e/o distrazione inseriti nel blog è possibile scrivere ai contatti di posta elettronica sotto indicati. L'utente che utilizza le informazioni contenute nel blog è invitato a verificarne l'esattezza o al confronto con altre fonti. Per eventuali segnalazioni e comunicazioni importanti scrivere all'indirizzo di posta elettronica certifica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , posta elettronica ordinaria Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo...