Il Sindaco Cammarano ai lettori di TeleRofrano.com: considerazioni sull'impianto a biomassa

Cari lettori di TeleRofrano.com, come avviene per molti altri argomenti, sul nostro news group / gruppo Facebook è nata una conversazione (leggi la discussione qui) su quello che potrebbe essere l'impatto dei fumi  - sull' ambientale e la salute delle persone - generati dalla centrale energetica a biomassa di prossima realizzazione nel nostro comune; centrale che sarà realizzata presso la località Piani della Croce dove oggi sorge il complesso turistico che prende nome dall'omonima località. La discussione è nata anche a seguito della notizia diffusa da questo articolo
Il Sindaco Cammarano ha dunque ritenuto opportuno inviare una missiva al nostro blog per spiegare, attraverso degli utili esempi, l'utilità di tale impianto e quale sarà il reale impatto sull'ambiente e sulle persone non che dell'importante funzione economica e sociale che andrà a svolgere la stessa centrale. Di seguito il comunicato che abbiamo ricevuto:

COMUNE DI ROFRANO
Brevi considerazioni sull’impianto a biomassa del Rifugio Forestale Fabio Viterale:
1. L’Impianto, che per dimensioni (40 kW termici e 20 kW elettrici) è equiparabile ad una caldaia a servizio di edifici pubblici e/o residenziali,è alimentato esclusivamente da cippato (materiale vegetale);
2. Gli scarichi sono estremamente contenuti come previsto espressamente dal bando di attuazione dalla misura di finanziamento PSR 2014/2020 7.2.2; se così non fosse il progetto non avrebbe superato (brillantemente) il controllo e le verifiche in fase di istruttoria;
3. L’impianto è finalizzato a fornire energia termica ed elettrica al complesso turistico forestale di Piano della Croce che altrimenti sarebbe privo di fonti energetiche e quindi impossibilitato a funzionare ed a diventare l’attrattore turistico che si vuole creare;
4. Il progetto ha superato la verifica degli enti deputati alla tutela e alla salvaguardia ambientale attese le dimensioni e le caratteristiche del cogeneratore che non determinano nessun tipo di problema per l’ambiente ed il paesaggio;
5. La caldaia è perfettamente integrata con l’ambiente circostante e posizionata in modo da non recare nessun pregiudizio né da un punto di vista visivo né acustico;
6. L’utilizzo del cippato ricavato da una filiera già costituita con imprese boschive locali consente l’uso virtuoso di materiale altrimenti destinato ad essere abbandonato o bruciato in altri modi con rischi e effetti sicuramente meno positivi;
7. L’impatto del funzionamento del cogeneratore sull’aria è estremamente ridotto ed il controllo degli scarichi è attuabile e garantito; a tal proposito, risultano molto più inquinanti i camini, le caldaie a gas e le stufe a pellet concentrate nell’area abitata e ancor più l’impianto di produzione di energia elettrica attualmente previsto a servizio del rifugio (gruppo elettrogeno).
8. Più in generale si può affermare che si tratta di un’iniziativa innovativa e di valore non solo da un punto di vista degli effetti positivi della produzione di energia in maniera ecosostenibile (che concilia le necessità dello sviluppo delle aree interne con le esigenze di tutela e di salvaguardia del contesto) ma anche da un punto di vista educativo e sociale: rafforza l’idea che si può produrre energia con ciò che è considerato scarto del bosco e, soprattutto, con ciò che si possiede (energia a costo zero).
Fermare lo sviluppo per paura o timori immotivati significa fare un vero torto alle nuove generazioni e alle possibilità reali di farle rimanere nei nostri paesi.

Ancora una volta dobbiamo decidere se dare priorità alla sopravvivenza delle nostre comunità o alle paure dell’innovazione e dello sviluppo.

Rofrano, 24/10/2018

Il Sindaco
Nicola CAMMARANO


comunicato, centrale biomassa, nicola cammarano, sindaco, rofrano

  • Ultimo aggiornamento il .

La natura non è un posto da visitare è casa nostra !

Conto alla rovescia per i primi 10 anni di Tele Rofrano

Giorni
:
Ore
:
Minutu
:
Secondi
Nello Stato Italiano non sussiste alcun obbligo di registrazione per i blog amatoriali in quanto questi sono un espressione delle libertà riconosciute dalla Carta Costituzionale art.4 c.2 e art. 21 c.1., Cass. sent. n. 31022/2015, Tar Lazio, sent. n. 9841/17 . Per alcuni strumenti di questo blog non sono applicativi filtri preventivi leggi informativa Le opere elaborate dagli autori di Tele Rofrano sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia. Per ogni richiesta di elaborazione di contenuti di terze parti è necessario contattare i rispettivi autori. Eventuali richieste di rettifica o eliminazione di contenuti anche per errore e/o distrazione inseriti nel blog è possibile scrivere ai contatti di posta elettronica sotto indicati. L'utente che utilizza le informazioni contenute nel blog è invitato a verificarne l'esattezza o al confronto con altre fonti. Per eventuali segnalazioni e comunicazioni importanti scrivere all'indirizzo di posta elettronica certifica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , posta elettronica ordinaria Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo...