Progetto Santa Maria dei Martiri

L’associazione culturale “Mutazione” è un’organizzazione giovanile no profit. Nasce il 4 agosto 2009 ed opera sul territorio Cilentano, specificatamente a Rofrano.
Nel 2010, durante la preparazione della prima edizione del concorso artistico per giovani creativi, “MutArte”, l’associazione ha riscoperto un patrimonio religioso, architettonico e culturale situato nel centro di Rofrano: la Chiesa di Santa Maria dei Martiri.

La sua storia millenaria si è evoluta sino ai giorni nostri, passando dalla razzia delle sue opere d’arte religiose, all’abbandono della struttura alle usure del tempo; dalla ristrutturazione del perimetro esterno, all’utilizzo della stessa come deposito.
L’associazione, di fronte al fascino dell’antica struttura, ha pensato di utilizzarla come museo temporaneo e, dopo aver ottenuto il consenso del parroco del posto, si è apprestata ad allestire la sede espositiva agli inizi di luglio 2010.
Alla prima apertura delle porte della Chiesa, lo scenario è stato estremamente sconcertante: una struttura all’esterno moderna e ristrutturata, all’interno invece rovinata, polverosa, depositaria di rifiuti vari, lasciata alla mercé del naturale disfacimento, un vero e proprio deposito.

Il problema principale era, ed è, la pavimentazione asimmetrica, cadente, non poco insita di pericoli: buche e dislivelli causati dall’usura e dal cedimento della pavimentazione in cemento; una fossa utilizzata anticamente per la deposizione delle salme, oggi priva di protezioni ed ostruita da rifiuti di vario genere.
Onde evitare pericoli per i visitatori del museo, dopo la migliore pulizia delle mura, dell’altare e del pavimento, abbiamo costruito un palchetto in tavolato poco rialzato (rivestito con moquette), per ricoprire la pavimentazione. Nonostante non fosse opera di esperti del settore, lo stesso ha reso l’accesso al museo più favorevole al pubblico.

Forte è stata la reazione del popolo incuriosito, commosso per la possibilità di poter entrare nella Chiesa chiusa ormai da tempo.
Non sono mancati commenti e storie suggestive di anziani che con le lacrime agli occhi ricordavano i loro genitori ,che proprio in Santa Maria dei Martiri erano convolati a nozze.

Orgogliosi d’aver riscoperto tale sentimento nella popolazione, abbiamo poi deciso di riproporre l’apertura della Chiesa in un concorso presepiale (nel dicembre dello stesso anno) e l’allestimento del museo anche per la seconda edizione del concorso artistico, nell’anno successivo.
“Mutarte 2011” ha dato la possibilità alla struttura e al paese di farsi conoscere e far parlare si sé nei vari giornali locali, nonché in un articolo de Il Mattino di Salerno dedicato al contrasto fra le opere ed il sito in cui venivano esposte; una cornice suggestiva che, a detta del quotidiano, ha reso il concorso artistico un’innovazione a livello territoriale .
Per questi grandi risultati, ringraziamo, oltre gli associati che rinunciano alle vacanze estive per un progetto comune, soprattutto chi ci ha concesso per l’ennesima volta la fiducia e la possibilità di usufruire nuovamente della struttura, Padre Antonio.

Abbiamo valutato per molto tempo il ruolo della Chiesa di Santa Maria dei Martiri, arrivando alla conclusione che la struttura potrebbe offrire ancora molte possibilità, se solo il suo pavimento fosse fruibile:
- laboratorio teatrale, per grandi e bambini;
- cornice perfetta per recite dei bambini nei periodi natalizi e pasquali;
- museo artistico e\o religioso, non solo nel periodo estivo;
- sede d’ incontri, dibattiti, piccoli concerti di musica leggera;
- centro polifunzionale dedicato alla cultura.

Tutto ciò, e molto altro, sarebbe possibile grazie alla livellazione del pavimento che renderebbe l’organizzazione degli eventi più semplice, rapida e funzionale.
Pertanto, la nostra idea è quella di costruire un tavolato smontabile, ricoperto di moquette rossa, che possa rendere agibile e accessibile la Chiesa e le faccia assumere il ruolo di struttura fruibile per scopi più alti rispetto all’attuale, eliminando una volta per tutte il ruolo di deposito.

Siamo certi che l’amore dei rofranesi per la Chiesa sia tale da rendere possibile la realizzazione di questo progetto e confidiamo, quindi, nell’aiuto di tutti attraverso un piccolo contributo.

Associazione Mutazione

  • Ultimo aggiornamento il .

La natura non è un posto da visitare è casa nostra !

Nello Stato Italiano non sussiste alcun obbligo di registrazione per i blog amatoriali in quanto questi sono un espressione delle libertà riconosciute dalla Carta Costituzionale art.4 c.2 e art. 21 c.1., Cass. sent. n. 31022/2015, Tar Lazio, sent. n. 9841/17 . Per alcuni strumenti di questo blog non sono applicativi filtri preventivi leggi informativa Le opere elaborate dagli autori di Tele Rofrano sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia. Per ogni richiesta di elaborazione di contenuti di terze parti è necessario contattare i rispettivi autori. Eventuali richieste di rettifica o eliminazione di contenuti anche per errore e/o distrazione inseriti nel blog è possibile scrivere ai contatti di posta elettronica sotto indicati. L'utente che utilizza le informazioni contenute nel blog è invitato a verificarne l'esattezza o al confronto con altre fonti. Per eventuali segnalazioni e comunicazioni importanti scrivere all'indirizzo di posta elettronica certifica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , posta elettronica ordinaria Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo...