Opere incompiute

Anche un piccolo comune come Rofrano non sfugge alla regola generale che vede opere finanziate con denaro pubblico e o della comunita' Europea, che non vengono portate a termine, o non vengono utilizzate per le loro potenzialità.

La mancanza di senso civico e di amore e rispetto per tutto quello che non ci appartiene, ma appartiene alla comunita', fanno il resto. Ci sarebbe bisogno di controlli e perche' no anche di attivita' repressive e punizioni esemplari per chi distrugge solo per sfogare un senso di frustrazione diffuso nella nostra societa'. Una soluzione potrebbe essere l'affidamento di queste strutture a cooperative di giovani che potrebbero utilizzarle come luoghi di aggregazione dove promuovere attivita' culturali o ludiche o a sfondo sociale, garantendo nello stesso tempo la cura delle strutture a loro affidate.

Post inviato da Nicola Raffaele Coviello