Cilento svegliati !!!!

Per giungere a San Nicola di Centola ho affrontato un vero percorso di guerra (frane pericolose e strade dissestate). Una vergogna, senza che nessuno si ribelli.

 Un popolo che ritiene normale vivere tra queste macerie. Cosa aspettano i sindaci, i consiglieri comunali di Centola, Pisciotta ,Camerota a marciare verso Salerno ,Napoli e, Roma, che accada prima una tragedia. Due famiglie romane venute per reperire una casa per luglio e agosto, percorsa la strada per giungere a Pisciotta, hanno deciso di andare in Puglia. Se continua questa inspiegabile inerzia del popolo e degli amministratori, il Cilento muore definitivamente in qualche anno!

Tele Rofrano lo ha visto sulla bacheca di Luciano Provenza